La cremazione: un sistema di sepoltura da approfondire meglio

Oggi tantissime persone sono solite opta per la cremazione invece della classica sepoltura della cassa in legno in una tomba. Quando i famigliari scelgono questo tipo di sepoltura è necessario sapere che vi sono delle differenze che riguardano vari aspetti, tra cui la cerimonia e la fornitura della cassa.

La preparazione della salma

Nonostante alla fine il corpo verrà bruciato e le ceneri conservate in un’urna cineraria, all’inizio la salma è sistemata in una cassa di legno, detta provvisoria. In questo caso, la cassa non sarà realizzata con i materiali più pregiati, ma con un legno poco pregiato. Il corpo viene preparato degli addetti delle onoranze funebri Monza che utilizzano gli abiti formali forniti dai familiari. sono anche predisposti altri dettagli dei funerali come la data e il luogo, queste informazioni sono poi riportate sui manifesti funebri, preparati e affissi sempre dagli addetti delle pompe funebri.

Come si svolge il rito

La cerimonia religiosa si svolge come di consueto, a differenza dell’ultima parte del rito che è leggermente modificato. essendo che la cassa non verrà sepolta, non c’è tutta la parte al campo santo. Dopo al fine del rito, la cassa viene normalmente benedetta e poi ritirata dell’agenzia di onoranze funebri Monza che la porta presso il forno crematorio. Lì la cassa provvisoria che contiene il corpo viene bruciata e si raccolgono le ceneri risultanti.

Dove conservare le ceneri

Dopo aver ottenuto le ceneri, queste sono trasferite in un’urna, anch’essa fornita dalle pompe funebri. A differenza di quello che molti ancora pensano, le ceneri del defunto non possono esser conservate a casa né tanto meno sparse in giro. Anche le ceneri sono da conservare presso il campo santo. C’è una zona apposita del cimitero dove sono messe tutte le urne cinerarie. Appena le ceneri sono pronte, ci si dirige al campo santo con il parroco che dirà altre due parole per benedire l’urna. Tramite l’agenzia di onoranze funebri Monza si ordina anche la targhetta da affiggere alla celletta dove sono riposte le ceneri della persona venuta a mancare.