Architettura e energia eolica

Architettura e energia eolica

L’energia eolica conosciuta e sfrutta già millenni fa dai vari popoli del mondo, è una fonte alternativa per produrre energia pulita, tutta naturale nel pieno rispetto dell’ambiente circostante, basti pensare ai mulini a vento dell’Olanda o a quelli della Mancha spagnola.

Essa è una valida fonte rinnovabile, il suo funzionamento è molto semplice, le pale eoliche aerodinamiche contrapposte alla potenza del vento sono costrette a girare, generando energia cinetica, trasformando poi l’energia del vento in energia meccanica, infine grazie a dei trasformatori in energia elettrica.

I vantaggi che ne derivano sono molteplici, è facilmente sfruttabile, costantemente reperibile e trasformabile, è costante, inesauribile, ed offre un prodotto finale a costi decisamente contenuti, non essendo alimentata con alcun tipo di carburante o di combustibile, non è soggetta ad inflazioni.

Per funzionare ha bisogno solo del vento, ovvero una fonte inesauribile, abbondante, subito disponibile e gratis, è un fattore costante e presente sia di giorno che di notte in molte delle località del nostro paese.

A differenza dei combustibili fossili e degli impianti nucleari, la tecnologia eolica usa pochissima acqua per produrre elettricità, quindi funziona senza aggravare ulteriormente la scarsità di risorse idriche che rappresenta già un gran problema.

L’impatto ambientale è significativamente inferiore a quello delle altre fonti tradizionali, un impianto eolico non produce gas o scorie durante il suo funzionamento, inoltre le stesse turbine hanno una vita molto lunga prima di essere sostituite e destinate allo smaltimento, ma anche per tutta la manutenzione in genere i costi sono minori rispetti ad altri impianti.

La superficie occupata è di gran lunga inferiore a quella del fotovoltaico, in più è un sistema reversibile, vale a dire che l’area può facilmente tornare al territorio che esisteva prima dell’impianto del parco. Uno degli aspetti fondamentali dell’architettura moderna, infatti, è quello di puntare verso case ecosostenibili e a basso impatto ambientale, bioedilizia e in materiali ecocompatibili.